6 giugno 2017

Presentazione del Ventiseiesimo Cahier di TRACCE CAHIERS D'ART

Presentazione del 26° Cahier
di TRACCE CAHIERS D'ART
a cura di Marianna Montaruli e Beniamino Vizzini
Edizioni d'arte Félix Fénéon

6 Giugno 2017

LA SCALA DEI TURCHI. Servizio a cura di Giuseppe Taibi - FAI Agrigento.
Pagine 42 - 49 di Tracce Cahiers d'Art n. 26 Estate 2017


Il 26° cahier di TRACCE CAHIERS D'ART Rivista d'Arte pubblicato per la Primavera Estate 2017 ha concentrato il focus della sua documentazione sul carattere di trascendenza estetica rinvenibile, tanto nella rivalutata inattualità della pittura italiana dell’Ottocento, quanto nell’avventurosa periegesi della mimesi pittorica svoltasi entro i confini della penisola italiana, dall’alba del Medioevo al XVIII secolo.
Copertina del N. 26 di TRACCE CAHIERS D'ART Estate 2017

L'opera di FEDERICO FARUFFINI "Toletta antica" del 1865 è esposta nella mostra:
"Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell'Ottocento"
Palazzo Martinengo - Brescia. Servizio pagg. 24 - 41, testi di Beniamino Vizzini

Due sono le Mostre per ciò poste all’attenzione del Lettore: Da Hayez a Boldini. Anime e volti della Pittura Italiana dell'Ottocento, che si tiene a Palazzo Martinengo di Brescia, e Ore Italiane. Un viaggio nell'Arte Italiana dai Primitivi al Rococo che si dispiega attraverso vari luoghi, ad Amiens, Beauvais, Chantilly, Compiègne, oltre a 14 esposizioni collaterali, tra marzo e dicembre 2017, nei Musei dell’Alta Francia.

ORE ITALIANE. UN VIAGGIO NELL'ARTE ITALIANA DAI PRIMITIVI AL ROCOCO
Musei dell'Alta Francia, Marzo - Dicembre 2017
Servizio su TRACCE CAHIERS D'ART n. 26, alle pagine 68 - 87

Ma l’apertura di questo numero della Rivista è dedicato, con un ampio servizio illustrato con testi e molte immagini pregnanti, ad una grande e originale Mostra a Parigi, al Museo del Luxembourg su Camille Pissarro, dal titolo Pissarro à Éragny. La Nature retrouvée, e sulla sua arte capace di trasfigurare il proprio libero pensiero e le più intime impressioni di una libera e rustica natura in Pittura assoluta. I testi sono del direttore Beniamino Vizzini di Tracce Cahiers d’Art e del curatore della Mostra Joachim Pissarro.

CAMILLE PISSARRO "Coin du pré à Éragny"1902, huile sur toile cm 60 x 81,3
Presented by Mrs Esther Pissarro, the artist's daughter-in-law, 1951 Royaume-Uni, Londres Tate Britain Gallery Ⓒ Tate, Londres, Dist. RMN-Grand Palais / Tate Photography

Sulla mostra "Pissarro à Éragny. La Nature retrouvée" al Musée du Luxembourg di Parigi
servizio alle pagine 4 - 23 di TRACCE CAHIERS D'ART n. 26
testi di Beniamino Vizzini e Joachim Pissarro

La Rivista ospita, inoltre, la nota sintetica del libro BOSCH di 304 pagine sull’opera di Jheronimus Bosch scritta dall’autore stesso, lo storico dell’arte Marco Bussagli, per affidare alle nostre pagine un compendio della sua articolatissima indagine non solo iconologica che conduce ad una singolare e inedita tesi intorno all’autentico spirito religioso del geniale artista olandese. 
Per quanto concerne, poi, l’arte contemporanea ci sembra che una traccia, ancora, di trascendenza estetica l’abbia conservata la pittura del siciliano Turi Simeti, esposta nella mostra Grandi Opere di Turi Simeti al Palazzo Belmonte Riso di Palermo e che abbiamo illustrato, con l’inserimento di un testo critico di Bruno Corà, curatore della Mostra. 
Lo spazio del bello naturale, dopo il giardino della Kolymbethra, questa volta, è occupato dalla località della Scala dei Turchi di Realmonte in Sicilia, che ci viene raccontata da Giuseppe Taibi, capo delegazione FAI di Agrigento. 
ÁLVARO PIRES DA ÉVORA "Annunciazione", secondo decennio del Quattrocento
Galleria Nazionale dell'Umbria, Perugia - foto: S. Bellu
Servizio alle pagine 64 - 67 di Tracce Cahiers d'Art n. 26. Testo pubblicato a cura della Galleria Nazionale dell'Umbria

Dalla natura ritornando all’arte, oggetto di mirabile contemplazione appare, senza dubbio, L’Annunciazione del Maestro portoghese Álvaro Pires da Évora, donato alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia, grazie a un generoso lascito di Franco Buitoni (1934-2016) noto imprenditore, nonché grande mecenate nel mondo della cultura.

In copertina, infine, si vede "Toletta antica" di FEDERICO FARUFFINI del 1865, opera esposta nella mostra Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento e, sulla quale, all’interno del cahier figura un breve intervento critico di lettura da parte del direttore Beniamino Vizzini

TRACCE CAHIERS D'ART N. 26 - ESTATE 2017
PER RICEVERE IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA STAMPATA
CLICCATE QUI ⚫️